sabato 10 ottobre 2015

Ecco perché si cominciano a vendere più case

Prezzi case: accelera il mattone in Europa, ma l'Italia segna il secondo maggior calo della zona euro
Italia al secondo posto in Europa per calo dei prezzi. Il costo degli immobili comincia ad avvicinarsi al potere d'acquisto delle famiglie


Scalda i motori il mercato immobiliare nell'Eurozona che, dopo lo 0,7% registrato nel primo trimestre dell'anno, si è attestato a un + 1,1% nel secondo. Mentre il mattone accelera in Svezia, Ungheria e Irlanda, in Italia segna la seconda maggior caduta della zona euro (-3%).

Se nella zona euro, il prezzo delle case è cresciuto dell'1,1% rispetto allo scorso anno, in Europa l'aumento è stato del 2,3%. Se analizziamo l'andamento rispetto al trimestre precedente si segnala una crescita dell'1,2% nell'eurozona e dell'1,3% nel vecchio continente.

Prezzi case: accelera il mattone in Europa, ma l'Italia segna il secondo maggior calo della zona euro


Analizzando l'andamento dei prezzi nei singoli Paesi, vediamo che l'Italia registra il secondo maggior calo in termini annuali dell'Eurozona (-3%), dopo la Lettonia (-4,4%) e prima della Francia (-2,2%). La crescita maggiore si è registrata in Svezia (+13%), Ungheria (+11,9%) e Irlanda (+10,7%) ed Estonia (+10,5%).

Rispetto al trimestre precedente il maggior incremento si è registrato a Cipro (+7,4%) Austria (+6,4%), Danimarca e Spagna (+4,1%), mentre la caduta maggiore in Romania (-1,1%), Malta (-0,3%) e Italia (-0,1%).

Ecco perché gli ultimi dati sul numero di compravendite registrano un incremento rispetto a un anno fa. Come noto, prezzi e volumi sono inversamente proporzionali. I prezzi delle case, che ormai da 8 anni registrano una continua discesa, si stanno avvicinando al potere d'acquisto delle famiglie. E' la principale condizione per la ripresa del mercato immobiliare.


- Fonte: Idealista, 9 ottobre 2015

Promuovi il  tuo immobile sul mercato russo e in tutto il mondo con www.russichecomprano.it