lunedì 28 agosto 2017

Gli immobili italiani fanno gola agli stranieri

Il sogno dei ricchi asiatici, sempre più numerosi? Una seconda casa nei Paesi del Sud Europa. Spagna, Italia, Francia e Portogallo continuano a esercitare un fascino irresistibile in termini di “attestato” di benessere dei potenti acquirenti provenienti dal Far East.
Se negli anni 70-80 queste mete sono state protagoniste del boom turistico dei pacchetti vacanze a buon mercato per i nordeuropei, è anche vero che si sono presto rivelate in grado di oltrepassare tale limite creando un interessante mercato di seconde case di alto livello e aumentando via via la propria reputazione di rifugio dorato. Grazie a politiche lungimiranti in termini di rilascio di visti di soggiorno a determinate tipologie di compratori _ i cosiddetti “Visa schemes” _ ed a buoni standard di qualità della vita, i Paesi del Mediterraneo sono diventati una sorta di must per i ricchi asiatici.

Golf, sci e mare. “La maggior parte del mercato immobiliare delle seconde case di alto livello nel Sud Europa è trainato dal leisure _ dice Charles Pittar, Ceo del portale cinese dedicato all'immobiliare internazionale Juwai _ e gli acquirenti più ricchi sono propensi ad acquistare case che offrano un facile accesso ad almeno una delle tre attività più richieste, vale a dire golf, sci o estati in riva al mare”. Così, come riporta Property Report, gli amanti del golf si dirigono verso l'Algarve in Portogallo e Alicante in Spagna, gli amanti dello sci verso le più rinomate località alpine di Francia, Svizzera e Austria, mentre Monaco e la Costa Azzurra continuano a mantenere l'inossidabile appeal di sempre. Via via che gli acquirenti diventano più esperti, sempre più chiedono anche soddisfazioni finanziarie da aggiungere a quelle del leisure e il mix tra lo stile di vita e le prospettive di guadagni in conto capitale, insieme alla possibilità di ottenere ritorni da affitti delle proprietà, diventa il fattore discriminante.

“I compratori internazionali in cerca di stabilità si rivolgono in questo momento alla Spagna, la Francia e l'Italia _ dice Kate Everett-Allen, a capo della Residential Research di Knight Frank _. Il costo del denaro è basso, a buone condizioni, ma al tempo stesso non ci sono rischi di un boom post scenario-2008”. La discesa dei prezzi durante la crisi è poi stata tale da consentire tuttora di comprare a ottime condizioni, riporta Property Report. Il mercato delle seconde case di pregio è sceso dal 30 al 50%.

Un posto particolare nelle preferenze dei ricchi asiatici lo occupa anche l'Italia, nonostante le turbolenze politiche, reali e percepite. Piacciono in particolare la Costa Smeralda “dove con un milione di euro ormai si comprano 50 metri quadrati”, cita Property Report, e Portofino. Ma già i compratori si spingono a cercare pezzi unici ma a miglior prezzo in Maremma e in Umbria, con prezzi intorno ai 6mila euro al metro. “L'area con la miglior performance in Italia l'anno scorso è stata quella del lago di Como _ dice Everett-Allan, di Knight Frank _ dove si continua a sentire l'effetto George Clooney e i prezzi sono aumentati dell'1,2 per cento”.

- Il Sole 24 Ore, 18 agosto 2017

Vuoi vendere casa all'estero? Scegli il miglior sito per vendere casa ad acquirenti da tutto il mondo www.stranierichecomprano.it