venerdì 21 maggio 2010

Si sveglia il mercato immobiliare: transazioni a +3,4%

Il mercato immobiliare italiano, nel primo trimestre, ha registrato un aumento delle compravendite del 3,4%: è il primo rialzo dopo tre anni di cali. Lo comunica l'Osservatorio del mercato immobiliare dell'Agenzia del Territorio. "Il fondo è stato toccato - dice la responsabile dell'indagine Caterina Andreussi - e il mercato lentamente risale". In particolare, andamenti positivi si registrano per il residenziale (+4,2%), le pertinenze che annoverano posti auto e magazzini (+5,6%). In difficoltà il non residenziale. Il settore commerciale e quello produttivo si contraggono rispettivamente dello 0,6 e dello 0,2%.

- Il Sole 24 Ore, 21 maggio 2010

mercoledì 19 maggio 2010

I tempi degli immobili

Nei primi mesi del 2010 i tempi di vendita degli immobili risultano stabili

Niente di nuovo sul fronte immobiliare. Nei primi mesi del 2010, il mercato immobiliare italiano ha evidenziato prestazioni simili (quasi identiche, per la verità) a quelle fatte registrare nell'ultimo periodo del 2009, soprattutto per quanto attiene ai tempi di vendita.

Una rapida analisi

I primi quattro mesi dell'anno, dunque, hanno fatto registrare una sostanziale stabilità nei tempi di vendita delle grandi città e un leggero aumento nei capoluoghi di provincia e nei comuni dell'hinterland delle grandi città. A permettere tempi di vendita più rapidi nelle grandi città è il maggior dinamismo del mercato.

I tempi nelle metropoli e in provincia

Tra gennaio e aprile, gli immobili sono stati venduti in tempi sostanzialmente eguali nelle grandi città e nei capoluoghi di provincia. Nelle aree metropolitane più estese i tempi di vendita si aggirano intorno ai 152 giorni (quattro mesi fa erano 156 giorni). Un po' di pazienza in più, invece, è necessaria per vendere casa nei capoluoghi di provincia. In questo caso, le transazioni sono state concluse, in media, in 174 giorni, contro i 167 giorni necessari nel gennaio 2010. L'aumento dei tempi di vendita si rivela più corposo, invece, per quanto riguarda i comuni dell'hinterland delle grande metropoli: a gennaio i tempi di vendita si attestavano in media a 188 giorni, adesso si è saliti a 197.

Performance nelle varie città

Concentrandosi sull'andamento del mercato città per città, Palermo, Verona e Bari risultano quelle con i tempi di vendita più lunghi (rispettivamente, 187, 181 e 157 giorni). Per quanto riguarda i comuni dell'hinterland, il mercato è meno reattivo (con tempi superiori ai 200 giorni), in provincia di Verona.

- La Stampa, 10 maggio 2010